facebook instagram feed
Interpretariati

Interpretariato, qualità necessarie per questo lavoro

Il lavoro dell’interprete tende spesso a variare di giorno in giorno: questo è dovuto al fatto che questa figura professionale viene spesso richiesta in diverse circostanze. A cambiare, oltre che il luogo nel quale svolgere il proprio lavoro, è anche il discorso che si andrà a tradurre. Proprio per questo motivo chiunque lavori nel mondo dell’interpretariato opera in condizioni sempre differenti.

Questo, oltre a rendere questo lavoro particolarmente interessante e libero, necessità però che gli interpreti riescano ad adattarsi velocemente a persone, temi e culture completamente differenti tra loro. Quali sono quindi le qualità che rendono un traduttore qualsiasi un buon interprete?

Esperienza e confronto

Se si è veterani di questo mestiere, sicuramente l’esperienza e il confronto con gli altri colleghi insegnerà più di alcune regole sterili che in realtà lasciano il tempo che trovano. Se invece si è iniziato a lavorare da poco nel mondo dell’interpretariato, abbiamo sintetizzato alcune qualità che potranno presto trasformarvi in veri professionisti.

Conoscenza delle lingue

È naturalmente scontato che, prima di qualsiasi suggerimento, l’importante è conoscere alla perfezione la propria lingua madre e l’altra nella quale vi siete specializzati. Solo così, infatti, si potrà lavorare sempre con il sorriso, elemento imprescindibile in questo lavoro, e con competenza e professionalità.

L’interpretariato necessita di un buon ascolto

Un buon interprete deve essere abile e capace nell’ascolto. Che si tratti di chuchotage, interpretariato in consecutiva o di trattativa è importante che il discorso che si andrà a tradurre venga ben compreso, per poi essere trasportato senza perdere l’intento comunicativo iniziale.

Ammettere eventuali sbagli

Un altro importante errore da non commettere è di ammettere i propri sbagli. Nella concitazione del discorso, si potrebbero perdere alcuni passaggi che portano inevitabilmente ad una cattiva traduzione. Se dovesse capitare, non bisogna aver paura di chiedere scusa: l’umiltà sarà apprezzata.



Potrebbe anche interessarti

poliglotta

Interpretariati

3 vantaggi sul perché imparare una lingua straniera

Nel 2019 parlare più lingue è una pratica sempre più diffusa e richiesta. Dopo l’avvento…

Interpretariati

Interprete sportivo, 3 consigli su come diventarlo

In molti lo praticano e (quasi) tutti lo parlano: lo sport è in grado, ormai…

Interpretariati

Interpreti, cosa sapere su questo affascinante lavoro

Gli interpreti sono spesso visti come coloro che sono in grado di comprendere il mondo…