facebook instagram feed
Interpretariati

Interprete sportivo, 3 consigli su come diventarlo

In molti lo praticano e (quasi) tutti lo parlano: lo sport è in grado, ormai da secoli, di avvicinare e rendere simili popoli e culture completamente differenti tra loro. Non è quindi un caso che le specifiche terminologie tecniche, a prescindere dal fatto che si tratti di calcio, basket, golf, tennis o football americano, giusto per citarne alcuni, abbiano necessità di essere tradotte in diverse lingue. È proprio in seguito a questa continua e costante richiesta che le traduzioni e la figura dell’interprete sportivo si rendono necessarie.

Qual è il ruolo dell’interprete sportivo

Se del linguaggio universale delle traduzioni sportive abbiamo già parlato, oggi ci soffermiamo invece sulla strada da percorrere e su alcuni consigli su come diventare un interprete sportivo.

Dando per scontato che chiunque si appresti ad entrare in questo mondo conosca entrambe le lingue, sia quella di arrivo che quella di partenza, ci soffermiamo ora sui requisiti necessari e determinanti per diventare un ottimo interprete sportivo.

Questa figura è tendenzialmente utilizzata all’interno degli spogliatoi o durante alcune particolari conferenze stampa, durante le quali è importante che l’allenatore e i giocatori siano in grado di comunicare tra loro.

Conoscere bene lo sport di cui si parlerà

Lo sport, per quanto parli in maniera universale, presenta numerose e differenti discipline, motivo per il quale è importante essere specializzati nel settore nel quale si intende lavorare. La terminologia utilizzata durante una partita di calcio non è sicuramente la stessa di quella di una partita di tennis.

L‘interprete sportivo, infatti, ha il compito di tradurre le parole al momento giusto. Per fare ciò l’attenzione e la curiosità dell’esperto di lingue deve restare sempre alta: solo in questa maniera sarà possibile trasmettere ai propri interlocutori l’esatto intento comunicativo dell’oratore.

Discrezione

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, un’altra caratteristica che deve essere propria dell’interprete sportivo è quella della discrezione. Sebbene il ruolo delicato e fondamentale, questa figura deve essere in grado di apparire il meno possibile.

Conoscere le abitudini dell’oratore

Ultima, ma non meno importante, è la conoscenza che l’interprete sportivo deve avere nei confronti dell’oratore: dopotutto l’esperto di lingue dovrà essere in grado di trasferire un concetto da una lingua all’altra con la stessa forza e veemenza di chi ha pronunciato il discorso.



Potrebbe anche interessarti

interprete aziendale

Interpretariati

Come diventare un interprete professionista

Chiunque sia alla costante ricerca di un lavoro dovrebbe conoscere, oltre alla propria lingua, almeno…

Interpretariati

Qual è la differenza tra interpretariato e traduzione

Nel mondo delle diverse lingue si sente spesso parlare sia di traduzione che di interpretariato….

Interpretariati

Interprete, consigli sul percorso di studio per diventarlo

Il lavoro dell’interprete è oggi una posizione molto interessante, data l’evoluzione che la società ha…