facebook instagram feed
Interpretariati

Interpreti, cosa sapere su questo affascinante lavoro

Gli interpreti sono spesso visti come coloro che sono in grado di comprendere il mondo in maniera maggiore degli altri. Rispetto ai traduttori, questa figura viene ritenuta con un bagaglio culturale più completo rispetto agli altri lavori.

Proprio per questo motivo, gli interpreti hanno una vera e propria missione: capire al meglio perché una frase sia stata pronunciata. Questo, va da sé, può avvenire esclusivamente quando si conoscono approfonditamente entrambi gli idiomi esaminati, quello di provenienza e quello in arrivo.

Sempre più interpreti

Gli interpreti, in concomitanza con l’aumento della globalizzazione, sono aumentati sempre più. Dopotutto in tantissimi parlano lingue diverse e spesso, specialmente per lavoro, conoscere un secondo idioma risulta fondamentale. Naturalmente anche il turismo, sempre in costante aumento, ha comportato un aumento di questa figura professionista della lingua.

Diverse figure

Prima di scoprire come si diventi interprete, devi sapere che esistono numerose tipologie di interpreti, che si suddividono tra loro sì per i ruoli svolti ma mai per la conoscenza della lingua, che deve essere sempre eccelsa.

È possibile trovare sia l’interprete libero professionista che vende il proprio lavoro di volta in volta, che colui che lavora per una particolare agenzia (che può essere un’azienda privata o un’agenzia di comunicazione) o per l’Unione Europea.

Differenza tra traduzione e interpretariato

L’interprete, quindi, non traduce dei testi scritti (per quello c’è il traduttore), ma solamente quelli orali. Con ciò, naturalmente, non vuol dire che i due mestieri non possano fondersi tra loro: dopotutto le poche differenze e le molte affinità in comune rendono questi lavori molto versatili.

Trattandosi di un’attività molto complicata e difficile, prima di diventare interpreti è importante avere una forte e grande passione per le lingue e un profondo desiderio di conoscere delle culture differenti dalla propria.

Nessuna regola fissa

In realtà, un po’ come in tutti gli ambiti, per diventare interpreti non esiste un’unica strada da seguire. È possibile diventarlo sia attraverso delle specifiche scuole che attraverso master universitari o dei corsi appositi.



Potrebbe anche interessarti

come diventare interprete in ospedale

Interpretariati

Interpreti negli ospedali, perché sono importanti

La fase della diagnosi di una malattia non è sempre immediata come si potrebbe pensare….

Interpretariati

Interpretariato, qualità necessarie per questo lavoro

Il lavoro dell’interprete tende spesso a variare di giorno in giorno: questo è dovuto al…

Interpretariati

È vero che l’interpretariato telefonico è in disuso?

Tra gli interpretariati più utilizzati e richiesti, vi è sicuramente quello telefonico. Questo particolare metodo…