feed
Interpretariati

Interpretariato: quando è nato e qual è la sua origine?

Al giorno d’oggi pensare all’interpretariato è qualcosa di assolutamente scontato e naturale. Dopotutto la costante globalizzazione ha fatto sì che questo lavoro venisse sempre più richiesto e ricercato. In pochi, tuttavia, si sono interrogati sull’origine di questo mestiere. Se anche tu sei tra queste persone, continua a leggere per soddisfare tutte le tue curiosità.

L’interpretariato è nato con il linguaggio

La figura dell’interprete ha origini piuttosto remote, che potrebbero essere fatte risalire al periodo dei viaggi delle tribù nomadi. Sono stati, infatti, ritrovati dei bassorilievi egiziani del terzo millennio a.C: questa scoperta ha portato alla luce l’esistenza di alcune figure in grado di far comunicare tra loro popoli che non riuscivano ad esprimersi, consentendo così il normale prosieguo delle trattative commerciali e militari. Si potrebbe, quindi, azzardare l’idea che il lavoro dell’interprete, seppure in maniera primordiale e sicuramente non competente come oggi, sia nato con lo sviluppo del linguaggio.

Evoluzione nell’età contemporanea

Bisognerà però aspettare l’età contemporanea per poter dare dignità a questo mestiere: durante lo scorso secolo queste figure professionali venivano ingaggiate in ambito commerciale e militare, ricoprendo un ruolo di mediatori attraverso la tecnica che oggi chiameremmo chuchotage.

Con l’avvento delle tecnologie e della sempre più imminente globalizzazione, senza dimenticare le guerre mondiali, tuttavia, questo fenomeno si è sempre più diffuso ed è stato sempre più richiesto, tanto da portare alla nascita di diverse tecniche di interpretariato.

1973: nascita dell’interpretariato telefonico

Inutile dire che tra queste l’unica che può avere una data ben precisa circa la sua nascita riguarda quella dell’interpretariato telefonico, avvenuta in Australia nel 1973, quando il Dipartimento per l’immigrazione istituì il Servizio di interpretazione in 8 diverse lingue. Bisognerà poi aspettare altri 11 anni affinché questo servizio venisse utilizzato anche negli Stati uniti. Il resto, come noto, è storia (contemporanea e, perché no, anche futura).



Potrebbe anche interessarti

Interpretariati

5 motivi sull’utilità di studiare le lingue all’estero

Studiare le lingue all’estero permette sicuramente una maggiore acquisizione della stessa e un più grande…

poliglotta

Interpretariati

3 vantaggi sul perché imparare una lingua straniera

Nel 2019 parlare più lingue è una pratica sempre più diffusa e richiesta. Dopo l’avvento…

Interpretariati

Interpretariato, come certificare il proprio lavoro

A differenza di altri settori, in Italia la professione dell’interprete e del traduttore non è…