feed
Speakeraggi

Lavorare con le lingue e la voce: i diversi speaker

Lo speakeraggio è un’attività che si è sviluppata tantissimi anni fa, ma che, ora, grazie all’avvento di internet sta godendo di una vera e propria nuova primavera. Tantissimi sono i professionisti della lingua e del suono che si dividono tra loro in diversi sottocampi.

Se l’altra volta abbiamo spiegato la differenza tra uno speaker e un doppiatore cinematografico, oggi proponiamo un elenco di tutti coloro che riescono a svolgere il loro lavoro servendosi solamente di un microfono e della propria voce, a prescindere dalla lingua nella quale si esprimono.

Nella mente di ciascuno di noi quando si parla di speaker balena in mente l’idea di un uomo o di una donna che lavorano in radio.

L’intuizione, in realtà, è corretta: lo speaker radiofonico, però, è solamente uno dei possibili campi della professione.

Speaker radiofonico

Il conduttore radiofonico, come il nome stesso suggerisce, è specializzato nella conduzione di tutti i programmi radiofonici il cui lavoro avviene generalmente in diretta.

L’obiettivo di chi compie questo mestiere è quello di riuscire ad appassionare e incuriosire gli ospiti con il proprio timbro di voce, motivo per il quale è importante, oltre ad utilizzare un linguaggio colloquiale, anche di parlare in maniera semplice e sempre ricordandosi di sorridere.

Ciò che differenzia il lavoro di uno speaker radiofonico rispetto agli altri è che costui interpreta contenuti prodotti da se stesso.

Lo speaker pubblicitario

Lo speaker pubblicitario, invece, ‘presta’ la sua voce per registrare produzioni audio dedicate alla pubblicità, che possa essere sia radiofonica che televisiva o dedicata ai jingle, liner o spot radio.

Anche in questo lavoro utilizzare la voce correttamente è fondamentale per la fuoriuscita della stessa: avere un bel timbro, conoscere perfettamente la dizione contribuisce ad immedesimarsi al meglio nel testo che devono andare a rappresentare.

Il voice talent 

Lo speaker voice talent, invece, è colui che su occupa di raccontare quello che accade ma con voce separata.

Per speak over talent si intende un vero e proprio professionista specializzato nella realizzazione di tracce vocali fuori campo, cioè senza che la presenza dello stesso sia necessaria. Questa figura viene principalmente utilizzata nei documentari televisivi, nella produzione di filmati illustrativi come ad esempio quelli museali o nelle registrazioni in lingue differenti per le strutture ricettive come quelle che hanno un particolare afflusso di clienti di diverse lingue e nazionalità.



Potrebbe anche interessarti

quando è nato il doppiaggio

Speakeraggi

Doppiaggio, quando è nato e qual è la sua storia

Con il termine doppiaggio si intende, come da definizione della Treccani, “quell’operazione con cui un…

Speakeraggi

3 regole che gli speaker radiofonici dovrebbero rispettare

Parlare in pubblico non sempre risulta un’operazione semplice. Questa massima non vale esclusivamente quando la…

come impostare un discorso in pubblico

Speakeraggi

Speaker, come catturare l’attenzione del pubblico

Un ottimo speaker deve annoverare tra le sue qualità quella di essere in grado di…